Peschiera Borromeo(MI): DB Schenker / GBF Trasporti Srl

COMUNICATO SINDACALE

Siamo all'anno zero del diritto sindacale/lavoro in GBF Trasporti che opera all'interno del magazzino DB Schenker, in Peschiera Borromeo, e oggi abbiamo provveduto a rompere l'incantesimo con la prima assemblea retribuita dei lavoratori collocata all'inizio della giornata lavorativa.

Come fossero caduti dal pero, diversi gli ostacoli frapposti nei giorni scorsi dai vari organi aziendali rispetto a questo elementare diritto, sia per i lavoratori che per il Sol Cobas, ampiamente riconosciuto ovunque. All'ufficio legale di GBF Trasporti chiediamo di aggiornarsi ricordandogli che persino la Fiat si è trovata a soccombere in diverse vertenze mirate a provare a non riconoscere i più elementari diritti sindacali alle OO.SS. non firmatarie del contratto nazionale. Invero, ampiamente scorretto e antisindacale è stato l'atteggiamento, oltre che dell'ufficio legale, anche della società che ha provato in tutti i modi, persino con minacce e possibili ritorsioni ai lavoratori di privarli dell'assemblea retribuita da noi richiesta già da tempo.

Scorretto l'atteggiamento di GBF trasporti anche nei riguardi di DB Schenker che non ha, sia provveduto ad avvisare anticipatamente dell'assemblea fissata per questa mattina, sia richiesto alla stessa committente un locale all'interno del magazzino nel quale effettuare l'assemblea dei lavoratori, invece che costringerci a fare l'assemblea all'esterno dei cancelli.

Ma perchè si è arrivati all'assemblea odierna?

Le motivazioni sono le stesse alla base dello sciopero effettuato il 16 giugno dai lavoratori nostri iscritti all'interno dello sciopero generale, primo punto il mancato rispetto e applicazione del contratto nazionale; in questo caso, ad esempio, gli autisti vengono inquadrati e retribuiti ad un livello inferiore: 4S invece che 3S. Neanche l'ombra di straordinari e trasferte in busta paga, a fronte di giornate lavorative sui camion di 12-13 ore. Per non parlare poi degli svariati, ulteriori diktat imposti da GBF trasporti ai lavoratori che da anni ne subiscono di tutti i colori, persino il licenziamento di un lavoratore dichiarato assente ingiustificato mentre risultava invece essere in ferie.

In verità la nostra richiesta alla società, in primis verteva sulla richiesta di sottoscrizione di un accordo che cominciasse a risanare questa situazione densa di grandi criticità in un quadro di palesi e notevoli irregolarità e, in mancanza di accordo che non hanno voluto adempiere per motivazioni, come dicevamo prima del tutto vuote e pretestuose, la nostra richiesta era di assemblea retribuita fissata per oggi. Come al solito, gli accordi che loro preferiscono sono gli pseudo-accordi al ribasso firmati dai loro sindacati di riferimento di cui conosciamo nomi e cognomi:Cgil-Cisl-Uil...

L'assemblea ha quindi delineato oggi ai lavoratori questo limpido scenario di anni di scarso adempimento della società alle leggi, agli accordi e ai contratti, andando a discutere dei prossimi passaggi di lotta che andremo insieme a costruire alla ripresa dell'attività lavorativa dopo la pausa agostana e in assenza di risposte chiare e positive in direzione dei lavoratori.

Avvisiamo sin da adesso GBF, che il persistere di questo suo atteggiamento ritroso e per nulla costruttivo, impatterà su un futuro che la vedrà subissata da una tempesta di vertenze legali così come avviene, in alcune circostanze, con altre società.

 

SOLO UNITI SI VINCE,

DIVISI E FRAMMENTATI SI PERDE

 

Milano, 03 agosto 2017          www.solcobas.org