Atm sindacati casta sindacati dei lavoratori È da una importante affermazione ottenuta dal sindacalismo di base in ATM, di cui il Sol Cobas ne fa orgogliosamente parte(insieme ad Al Cobas - Cub), che vogliamo partire. Si tratta di un risultato talmente grande e importante, da sfuggire agli occhi dei più essendo, un pò tutti, concentrati più che altro su obbiettivi che riguardano la quotidianità: cambi turno, modifiche fogli orari, richieste ferie, cambi linea, cambi deposito, ecc.

Leggi tutto...

disvelata la truffa del fondo priamo Grande soddisfazione anche da parte del Sol Cobas Atm a riguardo della sentenza del tribunale di Firenze, che ha decretato ciò che abbiamo sempre sostenuto anche in ATM – Milano, ovvero: l'adesione coatta di chi non è mai stato iscritto al fondo pensione di categoria(fondo Priamo),

pur se decretata dal contratto nazionale sottoscritto da aziende e amici degli amici(cgil, cisl, uil, faisa, ugl), era un'operazione arrogante, fortemente coercitiva, oltre chè illegittima.

Sul fondo Priamo e sui fondi pensione in generale, la nostra posizione è sempre stata cristallina fin dal loro nascere.

È la storia che sta dimostrando ciò che dicevamo 20 anni fa quando venne istituita la truffa dei fondi pensione: un fantastico strumento di speculazione che, ingrossandosi finanziariamente in maniera parassita grazie alla fatica dei lavoratori, avrebbe contribuito ad aumentare a dismisura l'impoverimento dei lavoratori, con aumenti salariali che non si sarebbero più visti neanche con un potente binocolo.

Non solo, l'altro obbiettivo che avevamo identificato allora, al nascere dei fondi pensione, era quello che sarebbe stato annientato il caro, vecchio diritto ad una pensione dignitosa dopo 35 anni di lavoro: presto, fatto! Lo scenario di una pensione da fame dopo ben 43 anni di lavoro è oramai triste realtà: il grazie qui va sia a tutti i governi di destra, sinistra, centro e spentistellati che continuano a susseguirsi da decenni, sia al sindacalismo-beffa espresso dalle maggiori confederazioni che contano centinaia di migliaia di iscritti e che, ad ogni riforma pensionistica, hanno puntualmente messo in campo 0 ore di scioperi.

Tornando ora alla recente sentenza di Firenze, se buon senso si facesse vivo dalle parti di ATM Milano, almeno rispetto ai lavoratori che nel 2017 diffidarono l'azienda dal procedere con adesione coatta a Priamo, sarebbe intelligente se ci fosse un passo indietro aziendale, con la revoca dell'adesione al sistema truffaldino da parte di chi allora ne fece esplicita richiesta.

Intanto e concludendo, a tutti i tranvieri ATM ancora aderenti ai sindacati collusi, rinnoviamo l'invito di farsi un primo, piccolo, ma inteligente aumento di circa 15/20 euro mensili con la disdetta dell'iscrizione sindacale.

 

Milano, 11 giugno 2020                                            www.solcobas.org                                          per info tel.: 02.83526687

facebook Logo logo twitter