Autoguidovie spa: sciopero 6 giugno

NO AL CONTRATTO BUSITALIA,

PER UN CAMBIAMENTO MA IN DIREZIONE OPPOSTA

A fronte della paventata introduzione del contratto collettivo nazionale Busitalia anche in Autoguidovie Spa, non può che esserci una sola risposta: SCIOPERO!

È noto a tutti infatti, il degrado delle condizioni dei lavoratori nelle aziende TPL dove il contratto Busitalia è già stato introdotto, perlopiù nelle aziende che pagano l'alto prezzo delle scellerate politiche governative relativamente alla drastica riduzione dei finanziamenti per il servizio TPL.

Tradotto in soldoni, con il Busitalia potrebbe esserci sia un netto ridimensionamento del livello salariale, ovvero le varie indennità fisse attuali verrebbero legate all'effettiva presenza, sia una notevole riorganizzazione delle turnistiche in senso peggiorativo per i lavoratori, già comunque non proprio eccezionali in Autoguidovie dove denotiamo un'annosa assenza e silenzio tombale dei sindacati confederali.

Ci pare evidente che, dietro questo possibile movimento riorganizzativo in Autoguidovie, ci sia la manina dell'ex a.d., Mazzoncini(vero e proprio ideologo di Busitalia), attualmente al comando di Ferrovie dello Stato, che sembrerebbe voler ancora dettare legge nella "sua" ex azienda.

Per comprendere meglio le motivazioni alla base dello sciopero, basterebbe vedere con quale orgoglio e accanimento i lavoratori di ATP Genova hanno rifiutato che Autoguidovie diventasse il loro nuovo padrone; non solo, è sufficiente anche vedere l'imponente esodo di Conducenti di Linea in organico che, appena si schiude la porta dell'assunzione in aziende TPL che garantiscono condizioni salariali e normative decisamente migliori, fanno armi e bagagli, arrivederci...neanche grazie.

Con lo sciopero del 6 giugno quindi, a tutti i lavoratori Autoguidovie proponiamo di non mollare il colpo ma di provare tutti insieme a iniziare a migliorare le disastrose condizioni attuali.

Oltre al no secco all'introduzione del contratto Busitalia, questo è quanto proponiamo e chiediamo:

 

  • No alle assunzioni con formula a tutele crescenti(Jobs Act) e pieno adeguamento alla L. 300/1970(art. 18) dei lavoratori assunti con tale tipologia contrattuale;

  • Adeguamenti salariali pari a 100 euro mensili per tutti;

  • Adeguamento tempi di percorrenza spesso sottostimati che producono continui disservizi all'utenza;

  • Soglia massima 20% di turni a più riprese su nastro lavorativo di oltre 12 ore;

  • Riduzione orario di lavoro a 36 ore lavorative settimanali(a parità di salario), come media su arco temporale di 4 mesi;

  • intensificazione della rete dei servizi igienici ai capilinea, attualmente a livelli penosi.                                                      

Per tutti i lavoratori del gruppo Autoguidovie Spa(Area Milano-SudEst, Area Milano-SudOvest, Area di Monza e Brianza, Area di Cremona, Urbano di Crema, Urbano di Paderno Dugnano, Area di Bologna), lo sciopero avrà le seguenti modalità:

per tutti gli Operatori di Esercizio                                                dalle 18.00 alle 22.00

Impiegati, Personale Ausiliario, Operai(anche turnisti)           ultime 4 ore del turno

 

Milano, 31 maggio 2017

 

Sindacato degli Operai in Lotta Cobas

Sede nazionale: via Cesare Arici, 30 – 20127 Milano tel. 02.83526687 / fax 02.39293143

sito web: www.solcobas.org e-mail: solcobas.autoguidovie@yahoo.com

icona pdf download 30x30 scarica e diffondi il volantino