Per l'unità operaia...a qualunque costo

Le recenti pesanti sanzioni disciplinari verso due attivisti storici del movimento sindacale Cobas all'interno della DHL di Settala, sono fondamentalmente dovuti al tentativo da parte padronale di

sfruttare la frammentazione sindacale attuale che, come nei casi oggetto di contestazioni incrociate, si manifesta, troppo spesso, in "colpi bassi" tra attivisti delle sigle rivali del SI e del SOL; una rivalità che ha tutte le sue buone ragioni politiche e storiche ma che, allo stesso tempo, diventa strumento per l'avversario (la DHL e il suo nuovo soggetto intermediario IdS).

Assumendoci direttamente, e senza grandi preoccupazioni, tutte le questioni (giuridiche ed economichr) legate alle difesa dei compagni colpiti da provvedimenti disciplinari, vogliamo conseguentemente avanzare proposte concrete di unità d'azione con tutte le sigle sindacali presenti in magazzino:

1. UNA PIATTAFORMA SINDACALE DI LOTTA UNITARIA

A. Per il raggiungimento dell'applicazione piena del CCNL con particolare riferimento alla necessità di portare tutti gli istituti contrattuali al 100%

B. Per respingere qualsiasi tentativo di limitare l'indennità di malattia e di imporre misure di flessibilità a costo zero per l'azienda (attraverso l'orario multiperiodale con taglio drastico delle maggiorazioni per lo straordinario)

C. Per rivendicare aumenti salariali concreti immediati, superando le elemosine decretati da padroni e confederali con l'ul'timo rinnovo di CCNL

2. AUTODIFESA BASATA SULL'UNITA' SINDACALE E LA SOLIDARIETÀ DI CLASSE

Su quest'ultimo aspetto, dichiariamo apertamente che non cadremo nella trappola della Cooprrativa che, mentre colpisce i nostri attivisti, dichiara di voler licenziare una compagna del SI.Cobas cercando una nostra complicità in questa operazione.

L'azione divisionista, voluta da DHL per fiaccare la resistenza operaia e portare avanti i suoi piani di profitto, non troverà alcuns sponda nel SOL COBAS. Differenze, divisioni e scontri, talvolta anche pesanti, che ci coinvolgono in quanto militanti sindacali, non ci porteranno mai ad appoggiare alcuna azione repressiva anti-operaia ma, al contrario, ci vedranno mobilitati, in prima fila, sul terreno dell'unità e della solidarietà di classe.

 

DHL Settala, 20 febbraio 2018           www.solcobas.org