27 settembre 2018 - Zanardo Spa / Massalengo(LO)
La lotta paga <...Leggi tutto...
TNT Piacenza
Stop all'arroganza padronal-sindacale <...Leggi tutto...
GLS Cassano Magnago(VA)
Cooperative? Nuociono gravemente alla salute <...Leggi tutto...
05 giugno 2018 - DHL In lotta
sciopero nelle filiali di Azzano(BG) e Cassano Magnago(VA) - <...Leggi tutto...
Lavorare meno ore allo stesso salario

titolo comunicato sciopero 17 dicembre

Le ragioni di classe del Decreto Salvini-Di Maio

Il Decreto Legge del governo Salvini-Di Maio, meglio conosciuto come "Pacchetto Sicurezza", è una chiara manifestazione del ruolo di gendarme svolto dallo stato a difesa degli interessi economici e politici del grande capitale.

Leggi tutto...

TBF + AMATI JR

SENZA PAURA CONTRO ARROGANZA E BARBARIE

Tbf e Amati jr. Autotrasporti ai due padroni che riprendono la tradizione di voler fare dei lavoratori quello che si vuole, non c’è che una sola strada da percorrere: fuori dalle trincee, avanti con la dura lotta, di quelle “vis a vis” senza quartiere.

Oggi, i lavoratori dell TBF di Albavilla(CO), intraprendono il sentiero luminoso della lotta in solidarietà dei lavoratori TBF di Torino che, vivendo in condizioni lavorative da vergogna dell’umanità, hanno deciso l’entrata nel SOL Cobas. In parole povere, siamo pressappoco nei dintorni di...Rosarno, dove i lavoratori vivono in roulotte messe a disposizione dal padrone previo obolo di 100 euro mensili cadauno.

Ma, se fuori dal lavoro è un inferno, il lavoro in sé, alla guida dei mezzi, non può che essere, ovviamente, del peggio del peggiore sfruttamento: giornate lavorative che arrivano a 14 ore, contratto nazionale inesistente, settimane lavorative 7 su 7, e potremmo continuare ancora per tanto nella descrizione del selvaggio medioevo dello sfruttamento.

QUI NON C’È PROPRIO NESSUNA ALTERNATIVA, SI APPLICA LA FILOSOFIA SOL COBAS

BASTA SCHIAVITÙ! SCIOPERO!

TOCCANO UNO, TOCCANO TUTTI!

E, come quando si viaggia per file parallele, sul binario parallelo a TBF viaggia il sig. Amati Autotrasporti, con cui si intendono molto bene in fatto di prove tecniche di licenziamento di massa dei lavoratori, da sostituire con altra carne operaia da macello. E se Amati ha già conosciuto duramente in precedenza la forza travolgente dell’organizzazione e dell’unità operaia, anche qui non potrà che esserci pane duro, ma molto duro, per i denti pur affilati padronali.

Tutto è pronto per far girare un film classico Sol Cobas:

SCIOPERO OGGI, SCIOPERO DOMANI!!

Agli attacchi padronali che tendono ad aumentare in molte situazioni lavorative, con sempre più lucidità i lavoratori decidono di schierarsi con il vero sindacato, quello che organizza sì le battaglie nei luoghi di lavoro, ma facendo capire che, un futuro degno e che dura nel tempo, potrà essere conquistato solo se decine e decine di migliaia di lavoratori decideranno di organizzarsi e unirsi con la stessa forza di come quando le dita di una mano si stringono in un pugno.

Milano, 20 gennaio 2018         www.solcobas.org